4. I racconti dagli occhi azzurri

Yelyza dagli occhi azzurri - © Massimiliano Palumbo

Yelyza dagli occhi blu – © Massimiliano Palumbo

«Un imprevisto è la sola speranza», affermava Eugenio Montale nella sua poesia Prima del viaggio. Ed è stato proprio un imprevisto a legare i primi tre post della sezione Mille e una città. Ogni post è una storia ed ogni storia è ricerca. «Prima del viaggio  – scriveva Montale – si scrutano gli orari, le coincidenze, le soste, le pernottazioni e le prenotazioni (di camere con bagno o doccia, a un letto o due o addirittura un flat); si consultano le guide…». La nascita di ogni racconto segue più o meno lo stesso percorso, «troppo accuratamente studiato». Ma, alla fine, «Un imprevisto è la sola speranza». E così è accaduto. Per ben tre volte (non due o quattro, ma tre volte). I protagonisti delle storie hanno tutti gli occhi azzurri. Yelyza, la ballerina Ucraina ormai adottata dalla nostra città. Gregorio, l’infermiere-pittore affetto dal morbo di Parkinson. Ed ha gli occhi azzurri anche Coriolano Martirano, lo storico che grazie ai suoi libri conserva la memoria e l’identità della città dei bruzi.

Gregorio Muraca - © Massimiliano Palumbo

Gregorio Muraca – © Massimiliano Palumbo

Non credo ci sia alcuna mano soprannaturale o esoterica in questo imprevisto. Ma di sicuro è un fatto che fa riflettere. Perché il tre «è il prodotto dell’unione tra l’Uno, il principio attivo e il Due, il grembo che accoglie la creazione. Possiamo definirlo il primo prodotto del pensiero che si moltiplica e si espande». E poi c’è l’azzurro, che rimanda a luoghi vicini e lontani, come il mare e il cielo. E’ lontana la terra di Yelyza, sull’orlo di una guerra civile. Sono lontane le memorie di Martirano. E’ vicino, invece, il vicolo di Gregorio. Tre storie che s’intrecciano come la linea dell’orizzonte che separa cielo e mare. E poi, teoria tutta da confermare, è lontana l’origine dell’azzurro dell’iride, frutto di una mutazione genetica avvenuta dai 6 ai 10 mila anni fa tra l’Afghanistan e il Mar Morto. All’inizio erano gli occhi bruni. Poi, l’imprevisto, ha ordinato quel viaggio troppo accuratamente studiato.

Coriolano Martirano - © Massimiliano Palumbo

Coriolano Martirano – © Massimiliano Palumbo

Massimiliano Palumbo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...