14. Uno strano destino

Corso Plebiscito - © Massimiliano Palumbo

Corso Plebiscito – © Massimiliano Palumbo

«Com’è bello corso Plebiscito». E’ un pensiero che facevo da bimbo, quando venivo da queste parti con mio padre. Ed è un pensiero che faccio ancora oggi quando attraverso questa storica via. Ma nella mia testa convive un’altra considerazione: «Una delle vedute più belle della città è chiusa da interminabili lavori». Credevo fosse un male dei giorni nostri, quello di avviare delle opere e poi fermarle, uccidendo l’identità dei luoghi. E invece è roba da fine  ‘800. Leggo dal libro Cosenza nei suoi quartieri, di Enzo Stancati: «Il Corso (…) venne sistemato nel 1881-82 (…) ma nel 1894 ne era trascurata la manutenzione. « (…) nel 1898, ancora pieno di buche, era la via più frequentata di Cosenza». «Nel 1906 era affollato dalle prime ore del mattino fino a sera, specie per il passeggio delle signore, ma era polveroso e necessitava di annaffiamento». E poi ancora lavori nel 1919, 28, 32 e 34. «Nel 1991 furono avviati lavori di consolidamento», ancora fermi nel 1993. Ed oggi? La stupenda balconata che da sul colle Pancrazio è transennata da una rete arancione. Non si vede nell’immagine di questo post. Almeno in foto mi piace osservare corso Plebiscito per quello che è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...